sabato, aprile 01, 2006

...e la famiglia si allarga!!


La simpatica combriccola degli architetti si allarga! Diamo il benvenuto ad un nuovo professionista nell'albo di famiglia! Dopo lungo studiare, forte impegno e dedizione la creatrice dei "Bagni Penco" accede alla professione. Tripudio di miccette!! Preparati ad una vita di multiformi mutamenti, incursioni in qualsiasi tipo di attivita' umana e trasformismo a palla. Bello all'iniziono. Ma poi una barba. Anzi, un barbapapa'. Cambiavano meno forma loro in un libretto di quanto non abbia fatto io col mio lavoro negli ultimi due mesi....
Buffo paese l'Italia. Pullula di Architetti. Gli architetti piu' vecchi si lamentano del fatto che ci siano troppe facolta' sparse per l'Italia ma nel contempo sfruttano i neolaureati (e non solo) per un tozzo di pane. E consolidano il loro fondo pensione. Pensione che prenderanno continuando ad esercitare. Mesi fa sui principali quotidiani e' stata pubblicata una lettera aperta firmata da molti architetti italiani dove ci si lamentava che i lavori piu' importanti vengono presi da stranieri a scapito di un "protezionismo" del parco degli architetti. Parco che pullula di giovani esemplari. Peccato che i firmatari della lettere fossero quasi tutti oltre i settanta. Eta' buona a godersi i nipoti, il parco e le boccette. Non gli basta essere la generazione che ha massacrato il paese con cagate inimmaginabili, distribuito e intascato mazzette e creato una mafia che solo l'eta' biologica pensera' a troncare... Vogliono lavorare ancora!! Forza amici! In fondo noi con i notri 1000 euri flagellati dall'InarCassa e' giusto che sosteniamo tale imPETO creativo... E' giusto continuare a riproporre il solito progetto scopiazzato, prendere e dare lavoro ai soliti amici-parenti-amicidiami-parentidicorna ecc... e andare a fare lezione all'universita' con programmi attuali ai tempi del primo album dei Beatles. Nota: dal manifesto mancavano i due architetti che piu' lavorano in questo momento: Piano e Fuksas. Se questi due signori lavorano un motivo ci sara'. Forse i loro progetti non puzzano di vecchio gia' prima di presentare la pratica in comune...

Se andassimo a lavorare in Francia avremmo uno stipendio doppio. In America quadruplo. OK, vita piu' cara, tutto quello che volete. Ma forse c'e' meno inflazione professionale. Meno corruzione. Piu' voglia di lavorare. Peccato che a noi non torni la voglia di tornare.

6 commenti:

nano barotto ha detto...

Questo blog ha un bug.
Il bug del blog.
Hihi...uno scioglilinuga praticamente.
Anzi, uno scioglilingua.
Comunque ti posta tante volte quante volte premi il pulsante "pubblica". Non dovrebbe... :-)

nano barotto ha detto...

visto?

nano barotto ha detto...

visto?

nano barotto ha detto...

visto?

nano barotto ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Chrysophylax ha detto...

"Si si" :-p