domenica, marzo 26, 2006

La sicurezza di essere insicuri...

Gigi Marzullo alla fine delle sue interviste pone la vamosa domanda: "Si faccia una domanda e si dia una risposta". Per i signori Peter Norton e Bill Gates si potrebbe dire "create un problema e trovate la soluzione". Ringraziamo intanto lo zio Bill per averci fatto pagare per anni sistemi operativi sicuri come una capanna di cartapesta. Ci sono voluti circa cinque anni per avere un sistema operativo che funzionasse decentemente (win2000 e XP per quanto odiati fungono)... chissa' quanti per averne uno sicuro. Mah. Per Mac esistono 60 virus. Per linux meno di una decina (e non sono proprio virus...). Per windows decine di migliaia. Quancosa non funzionera'... E non funziona no. La sicurezza e' un gran business!Allora zio Bill ti fa il programmino contro gli spyware...ma brutto pirla, non facevi prima a integrarlo un quelle odiosissime patch (pezze, per tappare i buchi) che ci fai scaricare ogni settimana??? "per rispettare la concorrenza" diranno "liberi di scegliere che programma preferire". E liberi di non preoccuparsi che il pc sia una cloaca di software maligno no? E qui entra in scena Pete Norton. Ha fatto di tutto. Il programmino che ti dice quanto precessore stai usando, quello che ti mette a posto l'hard disk, quello che ti difende, quello che manda mail con pernacchie a chi ti sta antipatico... (Quando mi dicevano che il pc si piantava, spesso aggiungevano "strano, ho le norton utilities..." gia', stranissimo!!) Peccato che faccia tutto quello che vuole lui!! Almeno quattro persone diverse mi hanno chiesto disperate di toglierlo o di... renderlo meno invadente! Una volta finito l'abbonamento non vale la pena continuare al averlo... peccato che non sia facile disinstallarlo... E questi sono i programmi "per la vostra sicurezza"!!
Ci sono un po' di antivirus gratuiti la' fuori...
Il mio preferito, suggerito da Bronzetto (si chiama Daniel ma a lui piace cosi'...) e' Avast. In versione home (previa registrazione) e' gratuito. Scordatevi quei messaggi del tipo "devo scaricare un aggiornameno da 7mega, con la tua linea ci metterai 5 anni e se mi fermi ti pianto il computer", qui si parla di aggiornamenti da pochi kb, quotidiani pero'. Il programma e' ricco di opzioni ma nel complesso semplice, e le sue scansioni sono molto efficaci. Araihc si fa vanto di riuscir a trovare virus anche all'interno dei computer della rete locale del suo ufficio e di aver cuccato 'mmunnezza che il Norton ha lasciato... Molto buono anche AVG, meno flessibile e con aggiornamenti settimanali (abbastanza cicci), l'ho usato per anni senza incassare un file infetto...
E per gli amanti indefessi dell'opensource c'e l'ottimo Clam e il promettente OpenAntiVirus. Clam e' gia' molto avanzato, solo che rischiate di imbattervi nel dover dare comandi dalla finestra di DOS. Se avete Linux e' un Must. Ne esiste una versione per windows che sembra andare molto bene, si chiama Clamwin.
Di programmi cosi' ce ne sono anche altri, ma per esperienza mi sento di consigliare questi... Sicuramente non penso sia geniale ricorrere ad una scansione via internet (il programma risiede su di un server e vi scansiona il pc tramite internet). E' come far entrare uno sconosciuto in casa vostra... pensateci.
Infine ricordatevi di scaricare la cache del vostro browser: spesso si' si annidano alcune schifezzine, anche se non si possono definire propriamente virus...

PS: Norton non fa solo c@g@te, sembra che il Norton Ghost faccia faville. Peccato che sia tutt'altracosa...

4 commenti:

Bronzetto ha detto...

ehehe,

Vedo con piacere che i miei consigli hanno dato buoni frutti,è bello poter essere utile ogni tanto!
Continua Cosi Chryso vedo che i tuoi articoli sono scritti per rislutare molto semplici alla comprensione e fruibili immediatamente cosa che spesso manca agli articoli delle piu rinomate "riviste specializzate" che ormai son diventate solo una selva di pubblcità.
Nei post precedenti prendevo un po' in giro chryso per la sua passione per l'open source ma lui sa bene che stiamo dalla stessa parte.
Cari signori le Software House ci fanno pagare fior di quattrini per dei programmi che in realta non valgono manco la meta della cifra.
Spesso non fanno quanto promesso o lo fanno in maniera deludente.
Da un po' di anni gente sparsa per tutto il mondo che di computer e programmazione ne capiscono moolto piu del sottoscritto hanno cominciato a scriversi si programmi da se e in piu hanno reso diponibili i codici sorgente (sarebbe a dire gli originali, quindi con la possibilita di vedere esattamente cosa fa ogni programma o pezzo di un programma) in rete con la consapevolezza che ci puo' essere sempre qualcuno che trova un asoluzione migliore di quella implementata da loro. E' nato cosi l' opensource... migliaia di persone in tutto il mondo utilizzano software free e se qualcosa non va...possono provare a correggerla !!
Cosa che a una software house richiede mooolto tempo e denaro... o forse fa comodo per vendere i famosi aggiornamenti???
meditate gente.... meditate!
Se ci fosse una maggiore cultura in fatto di programmazione(ma non solo) son sicuro che tantissime persone utilizzerebbero programmi e OS (Operating Systems, ovvero sistemi operativi) Open source...purtroppo la maggior parte della gente si accontenta di usare i programmi scritti da altri spesso senza sapere bene cosa fanno...
Ciao a tutti dal Brozetto ormai non piu anonimo ;)

Bronzetto ha detto...

ehehe,

Vedo con piacere che i miei consigli hanno dato buoni frutti,è bello poter essere utile ogni tanto!
Continua Cosi Chryso vedo che i tuoi articoli sono scritti per rislutare molto semplici alla comprensione e fruibili immediatamente cosa che spesso manca agli articoli delle piu rinomate "riviste specializzate" che ormai son diventate solo una selva di pubblcità.
Nei post precedenti prendevo un po' in giro chryso per la sua passione per l'open source ma lui sa bene che stiamo dalla stessa parte.
Cari signori le Software House ci fanno pagare fior di quattrini per dei programmi che in realta non valgono manco la meta della cifra.
Spesso non fanno quanto promesso o lo fanno in maniera deludente.
Da un po' di anni gente sparsa per tutto il mondo che di computer e programmazione ne capiscono moolto piu del sottoscritto hanno cominciato a scriversi si programmi da se e in piu hanno reso diponibili i codici sorgente (sarebbe a dire gli originali, quindi con la possibilita di vedere esattamente cosa fa ogni programma o pezzo di un programma) in rete con la consapevolezza che ci puo' essere sempre qualcuno che trova un asoluzione migliore di quella implementata da loro. E' nato cosi l' opensource... migliaia di persone in tutto il mondo utilizzano software free e se qualcosa non va...possono provare a correggerla !!
Cosa che a una software house richiede mooolto tempo e denaro... o forse fa comodo per vendere i famosi aggiornamenti???
meditate gente.... meditate!
Se ci fosse una maggiore cultura in fatto di programmazione(ma non solo) son sicuro che tantissime persone utilizzerebbero programmi e OS (Operating Systems, ovvero sistemi operativi) Open source...purtroppo la maggior parte della gente si accontenta di usare i programmi scritti da altri spesso senza sapere bene cosa fanno...
Ciao a tutti dal Bronzetto ormai non piu anonimo ;)

Bronzetto ha detto...

Ooops.... ho schiacciato 2 volte.... Sorry!

Crue ha detto...

Bravo Gil, vedo che non hai peli sulla lingua a tartassare lo zio cattivo!