martedì, luglio 25, 2006

An Ordinary Day

Ovvero la mia giornata tipo:



Sveglia, e mi affaccio alla finestra per vedere che tempo mi aspetta. Dannazione, nuvolo anche oggi!




Scendo in strada, e mi ritrovo sulla 57str. Se ho voglia (e tempo) mi infilo subito a destra nello Starbucks, una sorta di MacDonald della prima colazione. Prendi quello che vuoi e ti siedi e leggi, a scrocco, il giornale! Pieno di ciambelle alla Homer Simpson!!



Dopo un 15 minuti con passo alpino arrivo sulla Park Ave,e intravedo la mia meta...
Una volta entrato comincio a lavorare...



In questo caso si sta studiando come posizionare dei vecchi pannelli dell'800 raffiguranti motivi cinesi. Valore totale 85000 sterline. Inutile dire che li facciamo letteralmente e pezzi!!!



Alla fine della giornata si torna a casa...ecco il pannello del mio ascensore con selezionato il piano a cui sto... Guardate bene, non vi sembra mancare qualcosa???

E domani si ricomincia... meno male!!

(Dedico questo post a tutti i posti in cui ti fanno diventare matto, che pagano male e dove sembra che ti facciano un piacere a sfruttarti...)

3 commenti:

araihc ha detto...

'cipicchia, a volte l'invidia buona prende il sopravvento...senza parole...
ma ti sei mangiato il piano 13? dimmi che non è per scaramanzia...a presto, c

chiara ha detto...

ciao gil!
ben arrivato.
vedo che la cena precedente alla partenza non ti ha ostacolato il viaggio.
a quando un post sulla lista di regali/souvenir?
buona giornata! ch

Joystx_ ha detto...

Ciao Chry. Sono passato a salutarti.

Cavolo! l'America.
(perchè in questo momento mi sento un piccolo provincialotto?)

Forse perchè per me l'America è un sogno molto molto lontano. Un paese del quale non conosco nemmeno la lingua, e probabilmente resterà un sogno poterla visitare.

Ma magari, sono fortunato come Tanino. O magari l'America la VEDO come Tanino.